Glossario Trading

I segnali di trading non sono altro che degli avvisi che vengono inviati da un broker o da servizi terzi e che permettono di ricevere indicazioni su come si muovono i mercati e su dove conviene investire.

Lo scalping consiste nell’entrare ed uscire rapidamente dal mercato, scremando piccoli profitti da un elevato volume di scambi, di solito mantenendo posizioni per pochi secondi o minuti. I sistemi di scalping di solito utilizzano robot di trading automatizzati per aumentare l’efficienza.

Il termine leva finanziaria è un indicatore utilizzato per tradare l’uso di capitali non presenti in piattaforma . Chiaramente maggiore è la leva finanziaria maggiore sarà il rischio per il nostro capitale ma ciò significa anche maggiori profitti.

I pattern sono le formazioni distintive create dai movimenti dei prezzi dei titoli su un grafico e sono il fondamento dell’analisi tecnica. Un pattern è identificato da una linea che collega punti di prezzo comuni, come prezzi di chiusura o massimi o minimi, durante un determinato periodo di tempo.

Il pip, abbreviazione di percentage in point o price interest point, è il più piccolo movimento numerico di prezzo di un asset (azione, indice, coppia valutaria ecc.).

Uno swap è un contratto derivato attraverso il quale due parti scambiano i flussi di cassa o le passività di due diversi strumenti finanziari.

Il margine è una struttura in base alla quale acquisti azioni che non puoi permetterti. Più il livello di margine si avvicina allo zero più il capitale è a rischio

Il termine “testa di toro” indica l’importanza di una notizia all’interno del calendario economico e , di conseguenza , l’impatto che avrà sul mercato. Le teste di toro variano da una a tre.

Il blocco perdita (SL) è uno strumento finanziario e serve a porre un limite raggiunto il quale l’operazione si chiude automaticamente. Indica quindi il rischio che siamo disposti a correre quando apriamo un’operazione finanziaria salvaguardando cosi il resto del nostro saldo.

Il prendi profitto (TP) è uno stumento finanziario e serve a porre un limite raggiunto il quale l’operazione chiude automaticamente capitalizzando il guadagno sul saldo.

Gli exchange-traded fund (noti con la sigla ETF) sono un tipo di fondi d’investimento quotati in borsa, a responsabilità limitata per i soci che vi partecipano con la compravendita di azioni e con la peculiarità fondamentale di essere a gestione passiva siccome si legano a un indice azionario/indice borsistico preesistente o simili

Un contratto per differenza (detto brevemente CFD, dall’inglese contract for difference) è uno strumento finanziario il cui prezzo deriva dal valore di altre tipologie di strumenti d’investimento. Anziché negoziare o scambiare fisicamente l’attività finanziaria, il CFD rappresenta un’operazione in cui due parti, venditrice e acquirente, convengono per scambiare denaro sulla base della variazione di valore dell’attività sottostante che intercorre tra il momento in cui l’operazione viene aperta e quello in cui viene chiusa.

la soglia di povertà è un termine economico che serve a determinare il livello di ricchezza di un individuo o di una popolazione. Convensionalmente si considera “povero” chi deve necessariamente spendere il 70% o più delle proprie entrate per soddisfare esclusivamente bisogni di prima necessità (cibo,vestizione ed acquisto di utensili di primo bisogno)

Il CODICE ISO è un codice alfanumerico (2 caratteri) in cui la parte alfabetica indica lo stato membro mentre la parte numerica il numero di partita IVA.

Peer-to-peer (abbreviato spesso in P2p) è un’architettura logica in informatica consistente in una serie di nodi in grado di generare o completare una transazione.

× Come posso aiutarti?